Una gioia

Catania-Matera 2-0
Battere la capolista giocando bene, ancor prima che sul piano tecnico su quello della grinta e dell’agonismo, in una cornice di pubblico fantastica. Sono queste le cose che ti fanno riappacificare con la tua squadra a prescindere dalla categoria in cui milita.
Il Catania contro il Matera ha fatto quello che le si chiedeva da ormai tre stagioni, in un’atmosfera particolare per il ricordo di Ciccio Famoso che ha aleggiato per lo stadio durante tutta la partita. Tanto è bastato ad accendere l’entusiasmo e adesso occorre solo insistere su questa strada, abnche fuori casa. Perché la squadra appare rafforzata dopo la ristrutturazione del mercato invernale, ma ciò non basta se non si innesca la reazione a catena giusta per spiccare il volo. Le mie perplessità sulle possibilità di sopravvivere a lungo in terza serie nelle condizioni economiche in cui versa il gruppo Pulvirenti restano intatte per i motivi di cui ho parlato fin troppo, ma se non fosse per quello il messaggio di oggi sarebbe proprio questo: chissenefrega della categoria, il Calcio Catania è più un ideale che un’azienda e possiamo godercelo anche in questo contesto periferico rispetto a quello lucciante delle pay-tv che abbiamo assaporato a lungo.

Lascia un commento

*