Un tempo per parte

06.Casertana-Catania

Caserta,  stadio “Alberto Pinto”
Sabato, 13.10.2018, ore 18:30
CASERTANA-CATANIA 1-1 (0-1)
Casertana (3-5-2): Russo, Blondett, Lorenzini, Pinna, De Marco (28′ st Padovan), D’Angelo, Vacca, Santoro (15′ st Cigliano), Zito, Floro Flores, Castaldo. In panchina: Adamonis, Zivkovic, Ciriello, Ferrara, Mancino, Romano, Alfageme. Allenatore: Fontana.
Catania (3-5-2): Pisseri, Aya, Esposito, Silvestri, Calapai (37′ st Ciancio), Biagianti, Lodi (26′ st Bucolo), G. Rizzo, Baraye, Curiale (15′ st Barisic), Marotta. In panchina Pulidori, Lovric, Scaglia, A. Rizzo, Angiulli, Brodic, Vassallo, Manneh. Allenatore: Sottil.
Arbitro: Camplone di Pescara.
Reti: 24′ pt Curiale, 46′ st Floro Flores.
Note: spettatori 6.500 circa. Espulso al 45′ st Esposito per doppia ammonizione. Ammoniti Floro Flores, Cigliano. Angoli 6-3. Recupero pt 0′, st 5′.

Giusto pari nello scontro diretto fra due sicure protagoniste di questo campionato.

Nonostante sia parsa più squadra rispetto ai pur quotati avversari, il Catania manca l’appuntamento con la terza vittoria in campionato allo scadere. La Casertana è ancora meno matura, ma certamente si farà perché il materiale umano non manca.

Il primo tempo è tutto di marca rossazzurra, con gli uomini di Sottil che contengono senza difficoltà e colpiscono con la solita azione da calcio piazzato grazie a Curiale, ben imbeccato su azione d’angolo da Silvestri, innescato da Lodi. Poi lo stesso Lodi ha due occasioni per siglare il raddoppio, ma il primo tempo si chiude con il minimo vantaggio degli ospiti, che hanno la colpa di non capitalizzare le tante occasioni create.

Nella ripresa la musica cambia, i falchetti prendono progressivamente campo, anche se il Catania comincia davvero a soffrire solo nella seconda metà della ripresa. I cambi di Sottil non paiono efficaci, anche se nel finale Marotta ha una palla d’oro per il raddoppio, ma non riesce a concludere nel migliore dei modi il contropiede a causa di un rimbalzo irregolare. Ci vogliono la traversa e una svista dell’arbitro che annulla un gol valido di Blondett a tenere i rossazzurri avanti fino al 90′. Poi però Esposito ferma Castaldo irregolarmente ai limiti dell’area e viene espulso per doppio giallo. Sulla punizione ben calciata da Pinna Pisseri respinge corto e Floro Flores sigla il pari.

Il punto esterno in uno scontro diretto può andar bene, ma resta il rammarico di non aver saputo gestire la gara fino in fondo, probabilmente anche per un calo fisico dovuto all’inizio ritardato della stagione.

Dichiarazioni post gara

Gaetano Fontana (allenatore Casertana): «Ho ringraziato i ragazzi perché hanno fatto la prestazione che volevo vedere. Dispiace che ci siamo trovati a dover rincorrere l’avversario, specie perché non ho visto questa grande supremazia da parte del Catania. Il fatto che il gol sia arrivato alla fine è stata solo una casualità, abbiamo preso una traversa, ci è stato annullato un gol ingiustamente, insomma siamo contenti della prestazione».

Andrea Sottil (allenatore Catania): Dispiace non essere riusciti a vincere ed essere stati ripresi al 91′. I ragazzi nel primo tempo sono stati straordinari. Nella prima frazione abbiamo creato molte palle gol, mentre nel secondo tempo ci siamo difesi con ordine, concedendo poco. Avremmo anche potuto raddoppiare con Marotta. Quando non si chiude la partita può capitare poi che si prenda gol. Oggi abbiamo dimostrato di essere una squadra polivalente, che può schierarsi con diversi sistemi di gioco. Nell’occasione del pareggio di Floro Flores saremmo dovuti essere un po’ più attenti, ma sono contento della prova. Adesso pensiamo al Trapani“.

Statistiche

Statistiche Casertana-Catania

Precedente Gli spietati Successivo Vittoria ai rigori

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.