Mordente cercasi

Taranto-Catania 0-0
Ancora un pari senza reti fuori casa per il Catania. L’unica buona notizia è il mantenimento dell’imbattibilità esterna, poi solo segnali negativi che minano ogni velleità della formazione etnea. Pareggiare spesso è il modo migliore per spegnere gli entusiasmi di un ambiente già provato dalle vicissitudini degli ultimi anni. Questa squadra ricorda il Catania attaguilesco guidato da Melo Russo, che perdeva raramnete ma coellzionava pareggi in serie, e allora la vittoria valeva solo due punti. Ma qualunque paragone con la C anni 80 o 90 sarebbe irriguardoso visto quanto è precipitato il livello tecnico della categoria. Sembra quasi che il Catani abbia nel DNA la lotta per la salvezzaa, indipendentemente da campionato in cui milità , così come giocatori come Paolucci e Biagianti sembrano in grado di giocare in qualunque categoria senza mai fare la differenza.
La cosa certa è che si segna poco e si gioca male, troppo timidamente. Dunque occorre cambiare mentalità prima di ogni altro accorgimento.

Precedente Così non va Successivo Tre punti dopo un mese e mezzo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.