Gli spietati

05.Catania-ViboneseCatania, Stadio “Angelo Massimino”
06.10.2018, ore 18:30
CATANIA-VIBONESE 3-0
Catania (4-3-2-1): Pisseri, Calapai, Aya, T. Silvestri, Baraye, Biagianti (43′ st Bucolo), G. Rizzo, Manneh (35′ st Vassallo), Lodi (43′ st Angiulli), Scaglia (22′ st Esposito); Marotta (35′ st Curiale). In panchina: Pulidori, Ciancio, Lovric, A. Rizzo, Barisic, Brodic. Allenatore: Sottil
Vibonese (3-5-2): Mengoni, L. Silvestri, Camilleri, Altobello (39′ st De Carolis), Franchino (19′ st Cani), Collodel (19′ st Finizio), Obodo, Scaccabarozzi (39′ st Prezioso), Tito, Bubas, Ciotti (7′ st Taurino). In panchina: Viscoso, Malberti, Maciucca, Carrozza, Raso, Donnarumma, Prezioso, Melillo. Allenatore: Orlandi
Arbitro: De Santis di Lecce
Reti: 29′ pt Biagianti, 6′ st Lodi (rig), 38′ st Aya.
Note: spettatori 9.557 (6.687 abbonati, 2.870 paganti), incasso 32.151. Ammoniti T. Silvestri, Altobello, Finizio, Camilleri. Angoli: 6-4. Recupero: 1′ e 5′.

Con un successo ai danni della Vibonese più netto nel punteggio che nel gioco il Catania prosegue nel migliore dei modi la sua marcia verso la forma migliore, e si prepara al meglio per la serie di impegni che gli permetteranno di allinearsi alle consorelle, che attualmente hanno tre giornate in più sulle gambe.

Si comincia con il ricordo di due personaggi venuti a mancare in settimana: Mario Castellazzi, protagonista con la maglia del Catania nei magnifici anni ’60, e Gilberto Idonea, apprezzato attore catanese, poi il pallone torna a rotolare.

Si temeva una Vibonese accorta ai limiti del catenaccio, il realtà l’esperto tecnico calabrese Nevio Orlandi (vecchia conoscenza del Catania che lo ha affrontato in alcune sfide di A con la Reggina) mette in campo una squadra ordinata che ha rischia poco, tanto che nella prima mezzora il Catania si affaccia nell’area avversaria con pericolosità solo tre volte. Poi ci pensa Lodi, con un perfetto cross da calcio d’angolo, ad imbeccare il capitano Biagianti che con la nuca beffa il portiere ospite, coronando un’azione che ricorda i tempi belli della A.

Il più sembrerebbe fatto, in realtà la Vibonese reagisce subito e solo la traversa impedisce al Silvestri rossoblu di pareggiare i conti. Poi ci vuole un super Pisseri per mantenere il punteggio invariato fino all’intervallo. Nella ripresa le cose si fanno più semplici quando Manneh guadagna un rigore con una delle sue incursioni in velocità. Lodi trasforma e la gara va in cassaforte.

Il sigillo finale arriva ancora su calcio piazzato: una punizione di Lodi trova la sponda di Tommaso Silvestri che serve ad Aya un pallone che chiede solo di essere spinto in rete.

Va in archivio così la quinta vittoria in cinque gare ufficiali (considerando il brillante cammino in Coppa Italia). Sabato, in diretta TV su SportItalia, alle 18:30, Sottil avrà modo di testare la consistenza dei suoi in casa di una delle formazioni favorite per la vittoria finale: la Casertana, protagonista di un avvio senza mezze misure con due sconfitte (Rieti e Bisceglie), e tre vittorie (Cavese, Catanzaro e Virtus Francavilla).

Dichiarazioni post partita

Andrea Sottil (allenatore del Catania): “La pausa forzata di un mese e mezzo dopo le prestazioni in crescendo in Coppa Italia ci hanno penalizzato sotto l’aspetto muscolare e quello dell’intensità. I due successi in campionato sono arrivati con prestazioni in crescita. Bene così: sappiamo che dobbiamo trovare il ritmo gara e adesso che dovremo giocare tanto lo troveremo e ci sarà anche spazio per tutti. Dobbiamo abituarci ad affrontare squadre chiuse e a fare sempre noi la partita. C’è stato un momento sull’1-0 nel quale abbiamo perso troppi palloni e dobbiamo migliorare molto su questo aspetto. Possiamo anche difenderci in alcune fasi, ma dobbiamo farlo con più razionalità. Oggi abbiamo coperto meglio il campo rispetto a Rende: tutti aspetti positivi, ma è chiaro che dobbiamo crescere sulla collettività del gioco. Abbiamo sofferto su qualche calcio piazzato ma, tutto sommato, credo che la difesa abbia disputato una buona gara. I nostri tifosi ci danno una spinta enorme e questo lo percepisco io e lo percepiscono i ragazzi

Nessun tesserato della Vibonese ha rilasciato dichiarazioni al termine della gara.

Statistiche

05.Catania-Vibonese statistiche
Statistiche relative a Catania-Vibonese 3-0 del 06.10.2018
Precedente Il Catania ricomincia da tre Successivo Un tempo per parte

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.